15 febbraio 2018 | Comunicazione
I Rivoluzionari del ‘900
DUCHAMP, MAGRITTE, DALì
by Raffaella Calso
Redazione Metropolitan ADV

Ultimi giorni per accedere alla la mostra ospitata a Palazzo Albergati, a Bologna, in cui è stato possibile visionare circa duecento opere (tutte provenienti dall’Israel Museum di Gerusalemme).
Duchamp, Magritte, Dalì, e poi Ernst, Tanguy, Man Ray, Calder, Picabia e molti altri, per raccontare un periodo di creatività geniale e straordinaria:
“I dadaisti e i surrealisti sono stati nel mondo dell’arte dei veri innovatori. Oggi le loro tecniche artistiche e le loro istanze ideologiche e politiche sono quasi scontate. Ma sono stati questi artisti che più o meno un secolo fa, hanno creato accostamenti inaspettati, inventato l’automatismo, il ready made, il fotomontaggio, il biomorfismo, la metamorfosi e dipinto paesaggi onirici e del desiderio.
I dadaisti nacquero da una rivolta e per un bisogno di indipendenza e di eversione; i surrealisti non separavano l’arte dalla vita e volevano rifondare l’arte stessa. Entrambi segnarono un momento di netta cesura con tutta l’arte del passato”.



Dal 16 ottobre 2017 al 25 febbraio 2018, Palazzo Albergati
Dal 17 ottobre, tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00
BIGLIETTI Intero € 14,00 (audioguida inclusa) Ridotto  € 12,00 (audioguida inclusa)